.
Annunci online

 
tenax 
ossimori, palindromi e apocope
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  reset - caffè europa
Formiche!
gaynews
repubblica
il riformista
la voce
DS
corriere della sera
la Stampa
Il manifesto
la rivista dei libri
marco mancassola
matteo b. bianchi
Internazionale
La Gabella
L'indice
il compagno segreto
cultura gay
Il caffè letterario
ItalianiEuropei
il foglio
Christian Rocca
River
LeftWing
CafèBabel
bookmark
NENS
Gianni Cuperlo
tunnel
DS castelnovo di sotto
DS Reggio Emilia
ulivo
ulibo
fondazione basso
lapiazzarossa
astrofabio
redirish
Volenterosi
adele parrillo
Liff
Latte Scarlatto
EmiliaNet
IlSole24Ore
ThePolitico
Crixtian
arciJoe
discarica
LENZ
eleanorerigby
gugol-meps
Bolle da Orbi
DeCiDeRe
Luca Sofri
Adam Smith Society
LibMagazine
NovaMagazine
culture metropolitane
Professione Cittadino
Angelo Pezzana
Fondazione Sandro Penna
Monocle
Informazione Corretta
Camere con Vista
  cerca

 
Pensieri rubati.

"Il piacere è ben lungi dall'essere una guida critica infallibile: è però la meno ingannevole" (W.H. Austen)

"Non c'è niente che ci faccia più soffrire di un desiderio esaudito" (Santa Teresa d'Avila)


 

Diario |
 
Diario
1visite.

13 settembre 2007

auguri - e un ricordo

avevamo litigato.
ci eravamo lasciati.
molto.
poi, i tempi non erano ancora maturi. lo sarebbero diventati.
quella sera andammo alla festa dell'unità a bologna, a mangiare al ristorante toscano.
durante il viaggio per raggiungerla, si parlava (del più e del meno) e nei suoi occhi c'era tutta l'aspettativa di un bambino. che non poteva essere delusa, almeno quel giorno.
l'avrei delusa in altre circostanze.
scherzavo, nel dire che la promessa non ero riuscito a rispettarla.
che nonostante fosse arrivato il giorno del compleanno, non  avevo nulla da dargli.
ma che presto avrei rimediato.
può sembrare una piccola diatriba materialista.
ma era molto sentimentale, credetemi.
gli avevo promesso, l'i-pod. e non solo.
ci rimase male.
almeno finchè non tirai fuori dalla macchina un grande scatolone impacchettato.
il sostituto?
ci si avventò sopra con l'entusiasmo di un cucciolo.
strappò via la carta, aprì la scatola.
altra carta.
scavava in fogli di giornale appallottolati come una talpa.
con già un accenno di sorriso sul viso.
finchè sul fondo non comparve il sospirato.

io ero felice.
l'avevo fatto felice.
auguri.




permalink | inviato da tenax il 13/9/2007 alle 8:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto        novembre